}

Potere al popolo

Riduci le chiamate all'helpdesk relative alla password dell'80%

Self-Service Reset Password Manager

SSRPM consente al tuo team di concentrarsi su attività critiche piuttosto che su password dimenticate

La Gestione password di ripristino self-service (SSRPM) consente agli utenti finali di ripristinare facilmente la password di Active Directory 24 ore su 24, 7 giorni su 7, in base a domande semplici e predefinite. Il pulsante "Password dimenticata" è integrato senza problemi nella schermata di accesso a Windows, quindi non è necessario chiamare o inviare un ticket di supporto. Le chiamate meno reimpostate relative alla reimpostazione della password all'helpdesk IT equivalgono a un tempo più produttivo per la tua squadra.

SSRPM è semplice, ma flessibile e offre varie opzioni di configurazione modulare per soddisfare le diverse esigenze dei tuoi utenti finali.

 

Riduci i volumi delle chiamate relativi alla password di> 80% utilizzando SSRPM di base

Riduci i volumi delle chiamate relativi alla password di> 80% utilizzando SSRPM di base

Il modulo SSRPM di base contiene proprio questo: le funzionalità di base necessarie per gli utenti finali per gestire autonomamente le reimpostazioni di password e modificare le password di Active Directory senza l'intervento dell'helpdesk. Se l'utente ha dimenticato la propria password, può avviare SSRPM semplicemente facendo clic sul pulsante "Ho dimenticato la mia password". Dopo aver risposto correttamente a una serie di domande personali, l'utente può impostare una nuova password per conto proprio.

Gli utenti finali possono eseguire la propria reimpostazione della password in 3 semplici passaggi

Un utente può reimpostare la propria password di Active Directory, senza l'intervento dell'helpdesk in 3 semplici passaggi:

1. Fai semplicemente clic sul pulsante "Ho dimenticato la mia password".
2. Rispondere a una serie di tre domande di sicurezza.
3. Ripristina la password.

È così semplice. La password viene ripristinata immediatamente e l'utente può utilizzare la nuova password per accedere subito.

Reset Wizard step 1      Reset Wizard step 2      Reset Wizard step 3

Vantaggi di SSRPM di base

Minder beheerlast IT-Helpdesk

Gestione ridotta delle spese generali

Gli utenti finali possono reimpostare la propria password senza l'intervento dell'helpdesk. Ciò si traduce in una riduzione del sovraccarico dell'help desk.

Reductie wachtwoord reset calls

Riduzione delle chiamate dell'80%

Una riduzione sostanziale (> 80%) del numero di chiamate per la reimpostazione della password poiché gli utenti possono reimpostare la propria password.

Overal en altijd wachtwoord resetten

Disponibilità 24/7

Gli utenti finali possono reimpostare la propria password 24 ore su 24, 7 giorni su 7, da qualsiasi luogo in cui dispongano di una connessione Internet.

Offri opzioni di reimpostazione della password oltre le pareti dell'ufficio con il modulo Web SSRPM

Offri opzioni di reimpostazione della password oltre le pareti dell'ufficio con il modulo Web SSRPM

Il modulo Web integrato consente a SSRPM di essere utilizzato all'esterno della rete aziendale per la massima accessibilità. I dipendenti possono reimpostare le password in qualsiasi momento, da qualsiasi posizione, anche dai loro dispositivi intelligenti come smartphone e tablet. Inoltre, SSPRM può essere integrato perfettamente con Microsoft Outlook Web Access (OWA) e Forefront Threat Management Gateway (TMG) per espandere le opzioni di connettività.

Proteggi il tuo processo di onboarding per i nuovi assunti.

Proteggi il tuo processo di onboarding per i nuovi assunti.

Il modulo Rivendicazione account di SSRPM colma il gap di sicurezza che mina i tuoi processi di Onboarding: trasferire account e credenziali ai nuovi utenti. La maggior parte delle organizzazioni non ha metodi di consegna sicuri e si basa su valori o formati di password generici facilmente identificabili (ad es. LastName.FirstInitial1!) Per "bloccare" nuovi account.

Consenti agli utenti finali di aggiornare gli attributi in Active Directory

Consenti agli utenti finali di aggiornare gli attributi in Active Directory

Active Directory Self Service consente agli utenti finali di modificare i propri attributi in Active Directory. Questa funzione consente agli utenti di fare di più da soli senza l'intervento dell'helpdesk, garantendo al contempo che i dati in Active Directory siano sempre aggiornati. Gli attributi che possono essere resi visibili o aggiornati dall'utente finale sono determinati dall'amministratore. L'utente finale accede semplicemente al portale SSRPM per vedere quali campi possono essere modificati e ha la possibilità di caricare una foto.

Sicurezza di rampa con autenticazione via SMS

Sicurezza di rampa con autenticazione via SMS

Con una moltitudine di problemi di sicurezza che spuntano ogni giorno, molte aziende stanno vedendo che l'autenticazione a due fattori sta diventando un "must-have" piuttosto che un'opzione per la loro sicurezza dei dati. SSRPM è dotato di un'autenticazione SMS integrata che, se utilizzata in combinazione con la funzionalità di ripristino della password di base (risposta alle domande di sicurezza per reimpostare una password), fornisce un secondo livello di sicurezza tramite un codice PIN.

Quando gli utenti desiderano reimpostare la propria password utilizzando SSRPM, l'applicazione invia un messaggio di testo contenente un codice PIN al dispositivo mobile dell'utente tramite l'autenticazione SMS. Dopo che l'utente ha inserito il codice PIN corretto, la password può essere ripristinata.

Scopri chi è al telefono con la verifica dell'ID Helpdesk

Scopri chi è al telefono con la verifica dell'ID Helpdesk

Sebbene si impieghino strumenti per ridurre al minimo il numero di chiamate al supporto tecnico, invariabilmente, ci saranno alcuni casi in cui le chiamate entrano in gioco. Quando lo fanno, spetta al personale assicurarsi che loro sappiano con chi stanno parlando prima di fornire eventuali opzioni di reimpostazione della password. Ecco perché abbiamo sviluppato il modulo di verifica dell'ID Helpdesk per consentire al personale dell'helpdesk di verificare l'identità di un chiamante. Per identificare il chiamante, l'impiegato dell'helpdesk pone loro una domanda di sfida. Attraverso un meccanismo intelligente, combinato con la crittografia reversibile, il dipendente dell'helpdesk può chiedere all'utente finale di fornire determinati caratteri, ad esempio la prima e l'ultima lettera della risposta. Inserendo la risposta, lo staff dell'helpdesk può verificare che chi chiama è chi dichiara di essere e può procedere con il processo di reimpostazione della password o altre richieste.